ARTI VISIVE

Con immensa soddisfazione siamo giunti alla conclusione della prima fase di questa importante iniziativa per celebrare il nostro sessantesimo anniversario in Via Cagliari!

Il 30 ottobre 2023 abbiamo dato il via al bando culturale GugArt³ rivolto ai giovani talenti! Oggi, dopo un attento e difficile lavoro di selezione annunciamo i nove artisti finalisti che avremo il piacere di ospitare per una settimana nella nostra azienda. Dal 26 febbraio al 1° marzo gli artisti selezionati prenderanno parte alle Residenze D’Arte e vivranno a diretto contatto con i suoni, i profumi, le storie e le attività della Fabbrica e, a partire dalle esperienze e dalle suggestioni, troveranno l’ispirazione per realizzare le loro opere.

Teniamo molto a ringraziare tutti coloro che hanno preso parte al bando! Abbiamo ricevuto oltre 200 candidature di altissimo livello che hanno reso molto difficile ed ardua la scelta e la selezione. Abbiamo avuto modo di leggere, ascoltare e vedere opere prodotte da grandi giovani talenti e non vediamo l’ora di continuare!

Un ringraziamento speciale va ai nostri giudici: Damir Ivic, Nicola Lagioia e Marinella Senatore.

Marinella Senatore (Cava de’ Tirreni, 1977) è un’artista multidisciplinare formata tra musica, belle arti e cinema. La sua pratica è caratterizzata da una forte dimensione collettiva e partecipativa sia come metodologia che come contenuto; il suo lavoro combina la ricerca estetica con il potere trasformativo dell’impegno sociale.

Attraverso l’uso di forme linguistiche tradizionali e vernacolari – tra cui la cultura pop, la danza, la musica, gli eventi di massa – e l’attivismo, Senatore riflette sulla natura politica delle formazioni e dei rituali collettivi e sulla loro possibilità di cambiamento sociale, creando vari momenti di incontro, condivisione e officina.

Nel 2012 Marinella Senatore ha creato The School of Narrative Dance (SOND), una scuola nomade, gratuita e non gerarchica che propone un sistema educativo alternativo basato sull’emancipazione, l’empowerment e l’autoeducazione: in dieci anni è stata invitata in oltre 23 paesi, coinvolgendo circa 8 milioni di persone.

Fin dalla sua formazione alla Scuola Nazionale di Cinema di Roma (dove l’artista ha studiato direzione della fotografia), la luce è sempre stata un elemento fondamentale per l’artista: “la luce può rivelarsi strumento di narrazione e creazione poetica, oltre che di per la resistenza e la coesione” Le sculture di luce di grandi dimensioni, realizzate artigianalmente in Puglia, in Italia, con lampadine a LED e materiali riciclati, sono state progettate per luoghi pubblici, musei e festival in tutto il mondo. Queste “luminarie” sono diventate un elemento chiave e ricorrente nella produzione di Senatore: particolarmente significative per il loro potere catalizzatore, queste architetture effimere creano spazi temporanei per rituali e socializzazione.

L’artista è stata invitata in numerose Biennali fra cui, per citarne solo alcune: Biennale di Venezia; Biennale di São Paulo; Biennale di Lyon; Biennale Liverpool; Biennale di Atene; Havana Biennial; Manifesta12, Palermo.

Numerose sono le istituzioni che hanno ospitato le sue opere con mostre, tra cui: Museo Madre, Napoli; Palazzo Grassi, Venezia; Moderna Museet, Stoccolma; Museo Boijmans Van Beuningen; CCA, Tel Aviv; Centro de Arte Dos de Mayo, Madrid; Serpentine Gallery, Londra; Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino; Petach Tikva Museum of Art; Museum of Contemporary Art of Chicago; Bozar, Bruxelles; Kunsthalle Sankt Gallen; Palais de Tokyo, Parigi; BAK Utrecht; Schirn Kunsthalle, Francoforte; High Line, New York; Centre Pompidou, Parigi; Kunsthaus Zürich; ICA, Richmond; Musée d’art contemporain de Montréal; Pearl Art Museum, Shanghai; Berlinische Galerie, Berlino; MAXXI, Roma; Museo del Novecento, Milano; Kästner Gesellschaft, Hannover; Museum der Moderne Salzburg; Museum VILLA STUCK, Monaco

Marta Ciolkowska (Łódź,1993) è un’artista polacca, che è attualmente residente in Italia. Il suo percorso artistico si snoda attraverso video, installazioni, sculture e grafiche, esplorando le tematiche dell’impatto dell’uomo sull’ambiente e dell’influenza che la tecnologia dilagante ha sull’uomo moderno e su tutto ciò che lo circonda. Dopo aver conseguito un Master in Interior Design presso l’Accademia di Belle Arti Strzeminski di Łódź (Polonia), ha vinto nel 2014 la borsa di studio per la mobilità estera Erasmus+ e ha frequentato per un semestre il corso di Design dell’Accademia di Belle Arti di Catania (Italia). Negli ultimi anni ha partecipato a diversi eventi artistici nazionali e internazionali come mostre, festival e workshop. È stata inoltre invitata in residenze artistiche in Francia, in Cina e in Togo dove ha ricevuto vari riconoscimenti e menzioni speciali ed è stata presentata in numerosi cataloghi e inserita in pubblicazioni di mostre collettive e personali, riviste e siti web.

Lorenzo Gnata (Biella, 1997) è un artista italiano. Nel 2022 consegue il diploma accademico di II livello in Pittura presso l’Accademia Albertina di Torino. La sua ricerca artistica indaga l’esistenza dell’essere umano contemporaneo in relazione agli elementi circostanti, in una tensione poetica “concettuale-figurativa”.

Gnata ha esposto in numerose mostre e partecipato a svariati progetti. Qual è l’ultima cosa che hai imparato? presso Artissima 2015, GuardiAMOci di M. Pistoletto, presso La Triennale di Milano, le collettive Passione Bipolare e Neapolis, presso la F. Bevilacqua La Masa (Venezia) e la F. Treccani (Napoli). Gnata espone anche nella collettiva Cyborg Futures (Tate Britain) per il Late (09/2022). Partecipa come coprotagonista al docufilm Questo spazio può essere tuo, di A. Bernard (Fargo Film). Le sue ultime due mostre personali Stormi (White Lands Art Gallery) e Ascolta. Piove (CRAG Gallery) hanno visto come protagonista l’invenzione di Gnata del disegno realizzato a penna 3D.

Chiara Nicoletti (Roma, 2001) ha conseguito la laurea internazionale in Pittura e Arti Visive presso la Nuova Accademia di Belle Arti. Dal 2021 ha collaborato all’organizzazione di mostre personali ed eventi dell’Artista Marinella Senatore presso la galleria d’arte Mazzoleni a Torino e Londra e in musei e istituzioni quali il Palais de Tokyo a Parigi, il Museum der Moderne a Salisburgo e Villa Stuck a Monaco di Baviera. Ha lavorato a progetti di diversi artisti e musei, in particolare il MAXXI, e a varie pubblicazioni in qualità di assistente di redazione. La sua pratica artistica rivela un profondo interesse per l’arte socialmente impegnata e, in particolare, per la tematica della diversità e dell’incontro tra culture. È impegnata nel lavoro di costruzione e rigenerazione del tessuto comunitario attraverso esperienze artistiche collettive che coinvolgono persone e gruppi sociali marginalizzati e vulnerabili. Dagli inizi del 2021 lavora ad un progetto artistico con minori immigrati e le loro famiglie residenti in case popolari alla periferia di Roma.

Menu